I sonniferi, chiamati talvolta anche sedativi notturni, sono una categoria di sostanze psicoattive il cui scopo principale è quello di promuovere il sonno e per scopi medici, sia per il sollievo dell’insonnia o per la cura dell’insonnia post-operatoria. Alcuni sonniferi comuni in questa categoria includono Ambien, Lunesta, Restoril e Valium. Questi sonniferi possono essere ottenuti su prescrizione di un medico o per acquisto al banco. Sono comunemente usati per trattare gli insonni o gli individui che hanno problemi ad addormentarsi o a rimanere addormentati. Anche se sono relativamente sicuri, è consigliabile consultare il medico prima di iniziare un regime di queste pillole.

Un altro modo per prevenire l’insonnia e l’apnea del sonno è quello di praticare una buona igiene del sonno. Il modo più efficace per evitare le complicazioni associate ai sonniferi è praticare una buona igiene del sonno. È molto importante riuscire a trovare le migliori pillole che svolgono la funzione di sonnifero e che sono ideali proprio per gli anziani, dal momento che sono una delle categorie della società che soffrono maggiormente i problemi che sono legati all’insonnia. Seguire un modello di sonno regolare di un massimo di sei ore e aumentare il tempo durante il quale si va a letto di notte può aiutare a prevenire il verificarsi di queste condizioni. Un adeguato svolgimento di esercizio fisico e il fatto di evitare bevande come caffè, alcol e dolci spesso può anche aiutare a regolare l’orologio biologico del nostro corpo ed evitare una sonnolenza eccessiva.

Anche se l’uso di sonniferi per combattere l’insonnia ha certamente i suoi benefici, ci sono alcuni gravi effetti collaterali che possono derivare dal loro uso. Alcuni degli effetti collaterali più comuni sono confusione, ansia, agitazione, depressione, alterazione del giudizio, problemi di memoria, diminuzione del desiderio sessuale e sindrome delle gambe senza riposo (RLS). Questi effetti collaterali possono essere sperimentati dopo lunghi periodi di utilizzo e possono anche verificarsi una volta che una persona inizia a utilizzare farmaci sedativi-ipnotici. Ben un terzo delle persone che utilizzano sonniferi per motivi medici possono sperimentare questi sintomi e possono variare da lieve a grave. Per queste ragioni, è importante che gli anziani si confrontino con i loro medici prima di iniziare ad assumere qualsiasi tipo di farmaco, soprattutto se non hanno mai assunto dei farmaci di questo tipo prima d’ora.

Puoi cliccare su questo sito web per tutte le informazioni che desideri conoscere sull’argomento.